E si pattina

December 17, 2000 / No comments:

Omg... NEVICA!!! Evviva!!! Oggi ha nevicato tutto il giorno, sinistra felice. Pero' per colpa della neve, il mio ragazzo, che è' appena andato via, arrivera' a casa bagnato come un pulcino. Abbiamo un problema, non sappiamo ancora cosa fare per capodanno... Forse lo seguo a Cortina, da un nostro compagno che ha la casa li. Vedremo...

Ieri siamo andati a pattinare sul ghiaccio... È' una figata, vicino a casa sua, c'è' una pista, e qualche volta ci facciamo un salto, con alcuni amici... Ci piace un sacco. A D O R O

Fa frio...

December 16, 2000 / No comments:

Cioè' ma avete notato che freddo fa in questi giorni? Povere le mie manine, sono sempre congelate, come se il sangue non scorresse nelle mie vene... Anche il mio naso e' sempre rosso è congelato... Mi salvi chi può' hehe. Pensa che di mattina le macchine che sono parcheggiate davanti casa, hanno i vetri ghiacciati, e in giro non c'è anima viva... E siamo in centro, figures in periferia... Oddeo... Facile che a Loano, di questi tempi, facciano anche il bagno ( anche se ne dubito).

Tra un po' arriverà la neve anche qua Milano, dico anche, perché ha già nevicato nelle vicinanze... Speriamo nevichi almeno il giorno di Natale... Parlando un po di me, in questo momento sono a scuola, sto facendo inglese, o meglio, dovrei fare inglese, ed invece sono qui, al computer, a scrivere qui sul blog... Ehm... A dire il vero un po tutti si stanno facendo i cavoli loro, fortuna che tra un po finisce l'ora...

Non capisco

December 15, 2000 / No comments:

Sono appena tornata a casa da scuola. Ieri ho litigato con S., il mio migliore amico, per chi non lo sapesse, il quale alle quattro era sotto casa mia per chiarire la nostra piccola situazione. Putroppo alle sei è dovuto tornare alle sue faccende, che non sto nemmeno ad elencare per il troppo nervoso. Ma perchè? Perchè mi devo incavolare come una dannata per lui? Non mi so dare una risposta a tutto questo!

Oggi non è stata una giornata particolarmente pesante, le ore son passate veloci, forse perchè c’era la mia materia preferita: matematica, due ore di storia e due ore di ginnastica (yeah). Dopo lo sciallo mattutino in cui son riuscita a prendere nove in mate, il pomeriggio come ho detto è stato un pò all’insegna dello scazzo! Tra me e Simo non circola molta aria buona, anzi, non ci siamo cagati tutto il giorno e Hika sen’era accorta. Hikari sarebbe la mia migliore amica, in lei confido molta fiducia, diciamo che la cosa è reciproca... Come fare senza di lei...

Riguardo al mio LUI, si è incavolato perché giro con Simo e company, e a LUI queste compagnie poco piacciono, e come gli do ragione... Ma che ci posso fare? simo lo conosco da una vita, non posso mollarlo proprio ora, non posso dirgli, da ora in poi arrangiati, le tue cazzate non fanno più parte della mia vita. cioè potrei, qualunque persone al posto mio può...

Che bello: la neve e l'Amore

December 05, 2000 / No comments:

Qui nevicava...
Poco ma nevicava.
Peccato che ha piovuto e non attaccherà a terra, peccato perché Milano con la neve è davvero uno spettacolo.

Riguardo me e LUI... Ci siamo messi insieme definitivamente, ovvero, che ora tutti lo sanno e NOI siamo più felici che mai. Finalmente possiamo farci vedere in giro mano nella mano, finalmente possiamo toglierci dalla testa di comportarci come due estranei. F I N A L M E N T E!
Percui questo 5 dicembre resterà nella storia, ha pure nevicato, cosa volere di più...

Niente da dire o forse tutto

October 25, 2000 / No comments:

Questa settimana ho cominciato a dipanare la nebbia che ottenebra il mio futuro da studentessa universitaria a colpi di depliant saccheggiati dagli stand del Palalottomatica (l'altro ieri si è svolta una mezza specie di "fiera" a cui ho partecipato con la classe).

Alla fine, ho optato per tutto quello che riguardava lo studio delle lingue e letterature straniere, visto che avrei come obbiettivo ultimo di diventare un'interprete. Sono abbastanza portata per queste cose. Insomma, una traccia, un "sentierino" da seguire ce l'ho.

Non certo come le mie compagne che, disperate e confuse, hanno cominciato a fantasticare di diventare imprenditrici aprendo una catena di sexy-shop, diventando le imperatrici indiscusse dei giocattoli erotici. Oppure farsi assumere come conigliette di Playboy "sèèè, e poi moriamo come Anna Nicole Smith!".

Io invece avevo pensato, come ultimissimissima spiaggia, di fare un po' come la signora Jessica Fletcher, nel ruolo della scrittrice e detective dilettante, chiamata "la signora in giallo" per la sua cirrosi epatica, è una tardona mezza rincoglionita che invece di stare a casa a fare la maglia e preparare il minestrone, smaschera assassini, truffatori ed evasori fiscali. Perché nei telefilm la lotta al crimine non è mai gestita dalle forze dell'ordine, ma da pensionati, preti, cuochi, novantenni e altra gente che non ha un cazzo da fare.

Per il resto... Boh, stessa routine: mia madre,la scuola e le condizioni climatiche tutti uniti e compatti nel perseguire lo scopo di stressarmi a livelli esagerati (anche perchè io sono naturalmente tendente all'esaurimento nervoso, non so se si capisce...). Menomale che c'è LUI e Hika che mi fanno pensare ad altro.

Poi da qualche giorno sono in fissa totale per "The real slim shady"

Che ci posso fare, Eminem è sempre Eminem.

Il tornare a scuola

September 11, 2000 / No comments:

...soprattutto oggi...

A scuola è tutto talmente divertente, stimolante ed entusiasmante che sento il bisogno di scrivere sul quaderno ilari slogan durante le tragiche ore di latino, presiedute da una professoressa la cui cultura sconfinata permette di sfornare adorabili chicche.

Però perlomeno si sta cercando di dare forma ad un progettino di viaggio d'istruzione (anche se, per quanto riguarda il livello di comportamento della mia classe, il giochino di parole "viaggio d'istruzione" è senz'altro più indicato...).

Però perlomeno a fare da sottofondo al mio languire, almeno a casa, c'è Tupac. Ho Smile, impigliata fra i neuroni, che non ha alcuna intenzione di sloggiare, almeno per ora!

Però mia mamma è al lavoro, e mi sto godendo il più totale pacifico silenzio del mondo, senza "Fai i compiti!" o "Mettiti le pantofole che ti raffreddi!" o "Che disordine qua dentro!" o "Guarda che se non rimetti a posto..." che inquina acusticamente la mia pace interiore...

Bhè, parlando di me e Lui, quest'anno siamo nella stessa classe, ma non vicini di banco, l'abbiamo deciso assieme, almeno non ci troviamo ogni santo giorno vicini-vicini e blablabla. Sono in banco con la Hika, che mi fa sempre sbellicare dalle risate nelle ore interminabili di latino. Il LUI in questione è davanti a noi, e a volte ci passiamo i bigliettini o si gira per sapere se tutto va bene, che dolce. La classe non sa niente di noi, ed è meglio così.

Il tornare dalle vacanze

September 05, 2000 / No comments:

A volte alcune cose succedono per puro caso, arrivano così, quando uno meno se lo aspetta. E le sorprese quanto più sono inaspettate più sembrano belle ed eclatanti.

Ebbene... Sono tornata dalle vacanze, e devo dire che sono state le mie vacanze perfette. Siccome non ho avuto tempo, ne la connessione per poter aggiornare, ti farò un bel riassunto. Non so cosa sia successo, forse il mio bisogno di certezze, il suo modo di fare così rassicurante, paziente e attraente nello stesso tempo, hanno fatto in modo che iniziassi piano piano, passo passo ad affezionarmi a lui. Seriamente. E dopo una serie di incontri, dopo la spiaggia, dopo la sala giochi, dopo il booling, dopo lo skate park, dopo una marea di parole, dopo una conoscenza che mi ha fatto scoprire tante cose di lui, tanti lati del suo carattere, ho capito che la cosa di cui sento ora la necessità, è quella di condividere con lui le mie esperienze. Perchè sa darmi stabilità, mi fa sentire bene... Voluta, cercata, mantenuta e portata sempre in primo piano su tutto.
L'ho sentito definirmi "la sua ragazza". Cioè, non so se mi spiego, prima di partire avevo timore di chiederglielo, e a Loano ha fatto tutto lui... Che bello uscire dalla "singletudine" nel periodo estivo. Bhè che dire, buon rientro a tutti, sperando che anche per gli altri siano state vacanze speciali come le mie...

E ci vorrebbe il mare...

June 30, 2000 / No comments:

E finalmente anche per me sono arrivate le vacanze.
Domani notte si parte per il mare e tornerò a settembre.

Ovunque guardo, c'è un Phantom

June 20, 2000 / No comments:

Lo so che è assurdo, ma da qualche tempo, precisamente dalla fine della scuola, c'è uno scooter che mi insegue: il Phantom. Sembra che da un mese tutti abbiano deciso di comprare questo scooter, e Milano è diventata una specie di convegno per Malaguti.

Un po' più fantasia ragazzi! Con tutte i bei scooter che si trovano in giro dovete comprare proprio il Phantom? No, vabbè dai, non datemi retta, è solo unicamente perché questa è il suo scooter e io mi sento attorniata da oggetti che mi ricordano LUI.

...Però è vero! Ovunque guardo c'è un Phantom!!

E ora come la mettiamo?

June 17, 2000 / No comments:

Mi sento terribilmente in colpa per non aver parlato alla mia migliore amica di LUI. So che Hika mi avrebbe fatto mille domande con quel suo perenne sorriso stampato in faccia, incredula, curiosa e allo stesso tempo perplessa. So che con i suoi occhioni scuri mi avrebbe guardata in faccia un po' sconvolta e mi avrebbe detto che son cose che possono succedere, e mi avrebbe spronata a chiedere a lui effettivamente se sono la sua ragazza oppure no. Si, avete capito bene, non ho ancora avuto il coraggio di prendere quel dannato cellulare e mandargli un messaggio. E' che sono stata paralizzata dalla sua risposta, così ho deciso che mi deve scrivere lui per primo, siccome la domanda me l'ha fatta LUI, e siccome io gli ho risposto alla sua domanda.

So che Hika probabilmente si sarebbe commossa per il semplice fatto che qualcosa dentro di me sta cambiando, la sua sensibilità è sempre un piacevole modo di vedere e commentare il mondo. Avrei voglia di dirle tutto, ma ora come ora non ne ho nemmeno il coraggio. Potrebbe sentirsi tradita, potrebbe credere che non mi fidi di lei, ma nn è vero. Casino, troppo troppo casino nella mia testa...

Piscina Time

June 16, 2000 / No comments:

Tra dieci minuti vado in piscina con Hikari (la mia migliore amica). Non vedo l'ora di essere a mollo come un pesciolino!

Stasera poi solita cena di famiglia e serata ancora tutta da organizzare, anche se conoscendo le mie amiche spero di non essere già a casa per l'una.

Buon fine settimana a tutti, anche a LUI e soprattutto a me.

Il nostro primo bacio

June 12, 2000 / No comments:

EVVIVA! FINALMENTE CE L'HO FATTA! SONO USCITA CON LUI AL CINEMA!

Abbiamo posticipato l'uscita di questa settimana, perché LUI tra due giorni parte per il mare, che tristezza. Ora che le cose stavano cominciando ad andare per il verso giusto, c'è sempre qualcosa che rovina i piani.

L'unica cosa che mi consola è che passeremo l'estate nella stessa città marittima, LOANO, neanche farlo apposta. Ed il bello è che io ci ho passato tutte le estati a Loano, e anche LUI. Però non ci siamo mai visti, almeno... Questo è quello che crediamo. O.o incredibile, se lo raccontassi in giro secondo me non ci crederebbe nessuno, sembra tutto così strano...

Peccato che LUI parta proprio ora, io lo raggiungerò a fine Giugno, quando i miei finiscono di lavorare, uff che palle, non vedo l'ora che sia il trenta.

Ieri siamo andati al cinema insieme. Ci siamo presi per mano, di tanto in tanto la lasciavamo, quando la gente ci passava accanto, ma è stato magnifico. Arrivati al cinema abbiamo preso un cesto di pop corn e siamo entrati in sala. Ehm... per dirla tutta, siamo entrati nella sala sbagliata, ma dopo aver girato mezzo edificio finalmente abbiamo trovato la nostra. C'erano solo tre ragazze, così abbiamo avuto modo di sceglierci i posti che più ci piacevano, ma una ragazzina per poco non ci prendeva a bastonate, perchè le avevamo fregato i posti... Comunque iniziato il film lui mi ha preso il mio viso, e se lo è girato in modo che io lo guardassi negli occhi... Mi ha sorriso e poi, si è scostato dalla mia parte. Non ci potevo credere. Dopodiché continuava ad accarezzarmi la guancia mentre guardavamo il film, così mi ha ripreso di nuovo il viso spostandomi verso di lui. Mi sono girata verso di lui... I nostri visi piano piano si stavano avvicinando, come per darci un bacio. Lui mi abbraccia, mi stringe forte a sè e poi CI BACIAMO! O.O E' stata un'esperienza che mi ha cambiato la vita. Alla fine del film ce ne siamo tornati a casa e lui mi ha chiesto se mi poteva accompagnare. Io, non potevo rifiutare e così ho accettato.

A casa mi prende in disparte e mi dice che mi vuole bene e così ci ribaciamo... Alla fine imbarazzati ci separiamo, lui comincia a correre, si gira e mi chiede: "VUOI ESSERE LA MIA RAGAZZA?"... Però scappa prima che io gli do una risposta... Così, tra una cosa e l'altra, appena mi sono coricata sul letto, gli ho scritto SI!... Però, pensavo avesse capito, invece mi ha risposto con un si cosa? E così... Non ho avuto il coraggio di rispondere, mi sono addormentata, lasciando col punto interrogativo il tutto...

Telefonata inaspettata

June 10, 2000 / No comments:

Non ci crederai mai, ma... LUI mi ha chiamato ieri sera semplicemente per salutarmi. Pensa un po', non solo sono riuscita a sentirlo per telefono, ma mi ha anche invitata al cinema uno di questi giorni, sono troppo emozionata.

Mi ha detto che in qualche modo sono importante per lui, dice che nonostante faccio la stronzetta (soprannome che mi porto dietro ormai da tempo, soprattutto con LUI), ha sempre voglia di sentirmi.

Ehm... Sto praticamente cadendo dalle nuvole, perché MAI e poi MAI avrei immaginato di sentirlo, o per lo più di uscirci assieme sola soletta in un cinema. Ma perché mi devo fare venire mille complessi dico io, evidentemente le storie belle col lieto fine proprio non mi piacciono...

Mi ha appena scritto un sms, e sono sincera, non vedevo l'ora che lo facesse, mi parla sempre di quel non so che di quotidiano che mi piace molto, con quell'apparenza di normalità che fa di lui una persona che sento vicina.

Fine anno scolastico

June 09, 2000 / No comments:

E così dopo 9 lunghi mesi di sofferenze, divertimenti, scherzi e cavolate varie eccoci arrivati alle tanto sperate vacanze. E io non ne sono né felice né triste... Certo, potrò svegliarmi tardi, non avere pensieri ansiosi per la testa, però mi mancheranno le mie compagne, il casino di classe in generale e soprattutto vedere LUI ogni santo giorno, già mi manca.

Stamattina all'uscita da scuola in quattro persone mi hanno lavata con le bottiglie piene d'acqua, in lontananza vedo avvicinarsi LUI e gli rovescio un litro intero d'acqua in testa. Questo se ne torna dentro la scuola senza dire una parola e se ne esce con un *secchio* pieno d'acqua.

Mi viene vicino e questa praticamente è stata la nostra conversazione:

LUI: "posso fare una cosa?"
Io: "vuoi lavarmi?"
LUI: "dimmi solo sì o no"
Io: "vabbè fai pure tanto peggio di così..."
E lui che fa? Mi da un bacio! Cioè, non immaginatevi una cosa passionale con 10 metri di lingua eh! >.<" è stato un semplice smack sulle labbra
E poi? Poi mi rovescia tutto il secchio in testa. Io sono rimasta con gli occhi sbarrati e poi l'ho guardato con gli occhioni dolci. Che tenero mi abbracciata, mi ha chiesto scusa per la secchiata d'acqua e mentre eravamo ancora abbracciati:
LUI: "sai che l'anno prossimo saremo nella stessa classe?"
Io: "sì me l'hai detto"
LUI: "già ci immagino..."
Io: "scoppio a ridere" *poi arrossisco*
LUI: "Non ridere sai?"
Io: "Hai detto che già ci immagini, mi stavo gustando la scena, al casino che possiamo fare solo noi due"
LUI: "già..."
Io "sorrido"
LUI: "magari ti chiamo uno di questi giorni e andiamo al cinema insieme ti va?"
Io: "certo! molto volentieri" *sempre più rossa*
LUI: "beh allora ci sentiamo...?"
Io: "Ok! Ti voglio bene tesoro!"
LUI: "Anche io, non sai quanto..."

Uh è dolcissimo!! Lo adoro!! ^.^.

Il SUO compleanno

March 21, 2000 / No comments:

Sono andata a trovarlo oggi, e nascosta dietro il muro ho spiato ogni sua mossa. Mi basta vederlo per sentirmi felice, ed infatti, non è la prima volta che faccio così.

Non avrei dovuto essere lì, ho tentato di non uscire allo scoperto, ma non ce l’ho fatta. Le mie gambe mi hanno portata dove abita lui (certo, le mie gambe). Mi sono avvicinata al suo scooter (il Phantom!), e sperando che nessuno mi vedesse, mi sono avvicinata al suo sellino ed ho attaccato un foglietto per gli auguri. Tutto molto lentamente, sotto gli occhi di tutti.

Mentre mi giravo, pronta ad andare verso casa, ecco la sua voce: (Ally!)... Mi sono girata di nuovo, con la faccia della bimba birbante sorpresa a fare la sua marachella quotidiana. Lui però era tutt'altro che arrabbiato, anzi si è avvicinato, e mi ha abbracciata (è doloroso dirlo, ma: da amico). Anche se era sommerso dallo studio, ha trovato il tempo anche per me, per chiedermi come stavo, per farmi pure i complimenti per il mio smalto e per il mio vestito di oggi... Mamma, che ragazzo fantastico.

Purtroppo siamo stati a parlare pochissimo, perché lui ha allenamento di calcio, però tanto ci vediamo domani a scuola. Si è limitato a sorridere e a dirmi ti mando un messaggio stasera. Sono tornata a casa tipo nuvoletta felice di ciò che era successo, ma triste perché ancora non è successo niente tra noi (anche se a dire il vero, vorrei che per il momento rimanesse tutto così com'è ora).

Perché questo è il mio nome?

March 01, 2000 / No comments:

Spesso il nome è il ricordo di qualcuno, oppure è stato scelto per la sua particolare bellezza o rarità... O ancora, per il suo significato...

Beh, poco importa, tanto io non mi chiamo, mi chiamano gli altri.

Io, Lui e le parole...

January 30, 2000 / No comments:

Stasera sento che ho bisogno di scrivere un sacco di cose, potrei mettermi a letto con i miei appunti di biologia, il riscaldamento a mille e finire di studiacchiare qualcosa, ma la voglia e la stanchezza me lo impediscono. Più che altro ho mille pensieri per la mente...

Fin'ora sono stata con LUI (forse un giorno svelerò l'arcano del suo nome), fortunatamente per me, abitiamo nella stessa zona, così siamo rimasti sotto casa, seduti sui gradini di un palazzo a parlare sottovoce di un po' di tutto. Delle interrogazioni, delle persone della nostra scuola, dei voti non-meritati, dei nostri sogni e delle nostre paure... Dopo questa chiaccherata mi son sentita meglio, forse dovrei prendere l'abitudine, ed esternare di più i miei casini mentali, ma lui poverino che c'entra, non voglio farlo partecipe della mia vita inconcludente e mezza matta.

Come proposito per l'anno 2000 mi ero ripromessa di togliermi un po' di insicurezza di dosso, di considerarmi all'altezza delle situzioni che mi trovo a vivere... Forse è un passo ancora troppo azzardato, probabilmente non ho ancora lo stimolo giusto per farlo. Che casino... XD

Il LUI che mi piace

January 27, 2000 / No comments:

Ma perché reprimere quello che sento...

Sarò stupida, ma mi piace un ragazzo della mia scuola... Mi sento davvero una scema... Eppure lui è dolce, sfacciato e divertente quanto basta. Uno di quelli che ti fanno stare in ansia fino all'ultimo e poi ti riempiono di soddisfazioni. Lui è quello che non si fa problemi, che vive la vita alla giornata, senza tanti complessi, senza badare a quello che la gente pensa di lui... E poi è intelligente, colto... Come mi piacerebbe che un bel giorno mi dicesse che vuole uscire con me, che vuole condividere un po' della sua vita con me e dedicarmi un po' di se stesso... Io lo farei probabilmente se me lo chiedesse. Non è amore, ma mi batte il cuore ogni tanto quando incrociamo gli sguardi. Lo vedo come la persona di cui ora avrei bisogno, non so perché, ma sento che è così.